L’unione che fa la Forza…il nuovo concetto per cardioproteggere ovunque

SE C’E, SALVA UNA VITA

Il 65% circa degli arresti cardiaci avviene in presenza di testimoni.

Il testimone addestrato rappresenta quindi l’elemento fondamentale del soccorso, in quanto:

– provvede a dare l’allarme

– inizia le manovre di RCP (Rianimazione Cardiopolmonare)

– usa il Defibrillatore Automatico Esterno (DAE)

Secondo le LINEE GUIDA ALLA RIANIMAZIONE della AMERICAN HEART ASSOCIATION, in base a numerosi casi osservati, e alla diffusione del concetto di cardio-protezione, anche nelle scuole, esiste la possibilità di migliorare i tassi di sopravvivenza in molte comunità.

Questa possibilità ci riguarda tutti.

L’unico elemento risolutore della fibrillazione ventricolare e’ la DEFIBRILLAZIONE ELETTRICA.

SULLA SPIAGGIA: durante il periodo estivo, persone di tutte le età si riversano, per praticare sport, per mangiare, per stare al sole. Il rischio di un arresto cardiaco si può presentare, e se uno stabilimento balneare è CARDIOPROTETTO, offre ai suoi clienti una garanzia di sopravvivenza.

DIFFONTETE LA CULTURA DEL PRIMO SOCCORSO!

A CHI SI RIVOLGE PILA PLUS DAE LA CARDIO PROTEZIONE DELLE SPIAGGE:

  • Aeroporti
  • Porti
  • Capitanerie di porto
  • Ferrovie
  • Enti locali
  • Centri commerciali
  • Operatori turistici: albergatori, ristoratori
  • Gestori di parchi di divertimento
  • Gestori di stabilimenti balneari
  • Stazioni sciistiche

POSTAZIONE UTILE CON DEFIBRILLATORE NELLA SCUOLA?

STUDENTI, INSEGNATI, PERSONALE DELLA SEGRETERIA .

Scuole ovunque, nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri, spesso isolati, lontani dalle strutture ospedaliere. È necessaria una rete di sicurezza, veloce, accessibile, di facile ed efficiente utilizzo. I casi di bambini che perdono la vita nella scuola per un arresto cardiaco sono molti. Trattandosi di persone giovani e giovanissimi si riscontra inoltre un altissimo numero di aritmie  defibrillabili, che solo l’utilizzo del defibrillatore consente la risoluzione.

LAVORIAMO INSIEME PER SALVARE LA VITA

PILA plus DAE fornisce punti di ricarica per dispositivi USB, per biciclette a pedalata assistita, fornisce internet tramite Wi-Fi ed i suoi speciali router LTE, ed è un ottimo posto per conservare il defibrillatore avendo TECA ad atmosfera controllata.

La Rivista

La prima rivista di informazione studi e ricerche sulla Protezione e Difesa Civile e sulla Sicurezza

112 Emergencies. Il numero breve, ma con un prezioso significato, scelto proprio per far capire subito che questa è una rivista dove ogni mese verranno trattati ed approfonditi temi in merito all’emergenza, alla prevenzione e alla sicurezza di vario genere, parlando prima delle persone e dei soccorritori che vi operano.

Veniamo alla definizione. Cos’è il 112? È il Numero Unico Europeo (NUE) disponibile gratuitamente in tutta l’Unione Europea. L’attivazione del numero unico sull’emergenza 112 attraverso un “call center laico”, così come avviene già in diversi Paesi europei, è obbligatorio per tutti gli Stati membri UE ai sensi della direttiva CE N°2002/22.

La sperimentazione in Italia è aperta dal 2010, in Lombardia e in parte in Piemonte.

Nel frattempo la sperimentazione è iniziata anche in Emilia Romagna e in Toscana e nel giro di qualche anno tutte le Regioni dovranno adeguarsi a questo progetto, grazie al quale verranno date risposte a tutte le chiamate di soccorso che ogni cittadino italiano/europeo potrà attivare componendo appunto il numero unico.

Link fonte Rivista: 112 Emergencies